Parliamo di .... Sesso: Nel sesso tutto è concesso


Non so se capita anche a voi, ma non c’è volta in cui vada dalla parrucchiera che l’argomento sesso non guizzi fuori.
Alle donne piace parlare di sesso, piace un sacco quasi quanto farlo. Soprattutto, però, vogliono confrontarsi con le altre senza però esporsi. Equivale al modo che hanno gli uomini di misurarsi il pisello. Le donne si misurano così: parlando di sesso in modo astratto. Vogliono sentirsi più porche delle altre, ma guai mai a che le altre lo pensino; così lo fanno in un modo sottile e sempre in terza persona. Non parlano quasi mai direttamente delle proprie preferenze sessuali, spesso nemmeno fra migliori amiche.
L’ultima volta l’argomento lo ha tirato in ballo una donzella dicendo: “Ho letto su di una rivista che gli uomini vogliono la donna porca. Ma cosa fa di preciso una porca?”... Continua a leggere

Dopo un primo iniziale imbarazzo fatto di occhiate scandalizzate, sono arrivate le prime rispose, naturalmente tutte o quasi accompagnate da plateali cenni di disapprovazione. C’è chi ha detto, schifata, che è una che lo prende dappertutto, e con questo ha inteso delicatamente dire una donna a cui piace il sesso anale oltre a quello orale; altre che hanno azzardato nominando il bondage, il feticismo e così via. Da notare che nessuna ha nominato il lesbismo.
A chiudere la diatriba è stato un ignaro giovanotto che, malgrado suo, si è involontariamente ritrovato in quel covo di donne allupate, e alla domanda “Che cos’è secondo te una porca?” lui, nonostante gli si leggesse in faccia – Ma perché cavolo sono entrato? –, ha risposto: “Una che non aspetta che sia l’uomo a chiedere”.
La semplicità di quella risposta ha per un attimo zittito tutte, perché in fondo quello che l’uomo vuole è questo: una donna che si senta libera di fare sesso come e quando vuole, che non si senta trattenuta da chissà quali preconcetti o fisime. Una donna che riesca ad essere se stessa fino in fondo, talmente consapevole della propria femminilità da poter giocare con l’infinita sensualità che ogni donna ha, e che riesca a godere a pieno della sessualità senza il timore di venire giudicata male per questo.
Questo, in fondo, non è quello che anche noi donne vogliamo? Di sicuro è quello che voglio io.
Io credo che una donna che riesca in questo non sia una zoccola, ma una persona che innanzitutto ha imparato ad amare se stessa e il proprio corpo, e ad accettarsi per ciò che è con i propri pregi e i propri difetti, cosa che al mondo d’oggi non è affatto facile. Siamo costantemente bersagliati da modelli e modelle con corpi talmente perfetti e scolpiti che ogni volta che ci guardiamo allo specchio non possiamo che inorridire della nostra pancetta, della nostra cellulite, delle tette piccole o troppo cadenti e questo incide negativamente sulla nostra autostima.
Quindi, care donne, auguro a tutte quelle che ancora non lo fossero di diventare delle gran “porche”.




... Continua ...
Altri articoli:

Commenti

Post più popolari